Un’uscita didattica per conoscere le nuove sfide dell’agricoltura

Il giorno 30 maggio 2019 gli alunni del corso di Agraria, Agroalimentare e Agroindustria della sede “P. Calamandrei” di Crescentino dell’I.I.S. G. Ferraris, hanno partecipato ad un’uscita sul territorio accompagnati dai loro Docenti di materie tecniche: Carlomaria Ferraro, Simone Mussi, Martino Noce e Laura Ponzetto. Sono state visitate le risaie dell’azienda agricola del Dott. Paolo Mosca, dove il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Torino sta effettuando prove sperimentali su coltivazioni di riso biologico, nell’ambito del Progetto, finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Risobiosystem. Si sono potute osservare diverse tecniche di semina e gestione delle cover crops in risaia al fine produrre riso biologico. Grazie all’intervento della Dott.ssa Barbara Moretti, tecnico della ricerca di UniTO, gli alunni hanno potuto conoscere l’importanza della sperimentazione e della divulgazione dei risultati di tali attività. Gli imprenditori agricoli dovranno collaborare sempre più in modo attivo con il mondo della ricerca, fornendo input e mettendo a disposizione le loro conoscenze. Solo da un processo di evoluzione che parte proprio dalle aziende, in sinergia con il mondo della ricerca, si otterrà una crescita del sistema.Il Dott. Paolo Mosca ha aggiunto che, solo con una fattiva collaborazione tra tutte le figure che operano in questo settore, si potrà arrivare ad un’agricoltura sempre più al servizio della società e competitiva dal punto di vista economico. Le aziende agricole in grado di raggiungere questi obiettivi sono quelle multifunzionali.
Le sfide che dei giovani diplomati, dopo un corso di studi in Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, dovranno affrontare per operare in modo sempre più competitivo ed innovativo sono molte; è quindi importante conoscere diverse realtà agricole e avvicinarsi al mondo della ricerca, con uscite didattiche come questa.