PRIMO E TERZO PREMIO PER L’ISTITUTO TECNICO ECONOMICO CALAMANDREI DI CRESCENTINO

Nell’ambito del progetto “la prevenzione dell’osteoporosi e i rischi dell’anoressia 2020” per le scuole secondarie di II° grado del Piemonte il 1^ premio – 1500 Euro- è stato affidato alle classi I e II dell’ITE Calamandrei di Crescentino (VC).
Gli studenti hanno realizzato, con la partecipazione dei professori Valeria Rota e Alberto Averono, un sito interattivo e informativo sul problema dell’osteoporosi e la patologia ad essa correlata: l’anoressia. Gli alunni nell’elaborazione del  sito (da cui si può scaricare un’applicazione sul proprio smartphone) hanno fornito sia materiale informativo su che cos’è l’osteoporosi e quali sono le sue possibile cause e conseguenze, sia una raccolta di alcune  testimonianze  di ragazzi soggette all’anoressia e ai conseguenti problemi di osteoporosi.
Per mettere alla prova le conoscenze acquisite vengono inoltre proposti una serie di giochi, attraverso cui i ragazzi e, in particolar modo gli adolescenti, sono invitati a riflettere sul loro stile di vita in rapporto al cibo. Un gioco che aiuta a diventare consapevoli di quei comportamenti errati che mettono a rischio la propria salute, coinvolgendo anche le cause di disturbi del comportamento alimentare e imparando a correggerli.
Il terzo premio per l’Istituto Calamandrei e’ stato conseguito da alcune  studentesse della classe 3 SIA seguite dal prof. Alberto Averono per il “Progetto Nerd?” sviluppato da IBM e che si inserisce in uno scenario lavorativo caratterizzato dallo sviluppo di nuove tecnologie. Tale iniziativa, dedicata alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado e’ nata per diffondere la passione per l’informatica e orientare le loro scelte di studio universitario. Il percorso delle nostre ragazze è iniziato  con una sessione plenaria di introduzione, seguita da altri due incontri di attività laboratoriali per arrivare a realizzare il  progetto conclusivo. Le nostre alunne Ghiosso Margherita, Luongo Ilaria, Pellegrini Martina e Ribaudo Giulia utilizzando i servizi cognitivi IBM Watson Conversation disponibili su IBM Cloud, la piattaforma Cloud di IBM basata su open source, hanno realizzato una chatbot sulle capitali Europee. 
Per le vincitrici ora  la possibilità di uno stage virtuale presso la sede IBM di Milano insieme alle altre premiate di tutta Italia.

GLI ALUNNI DEL CORSO DI AGRARIA PARTECIPANO A “LEZIONI VIRTUALI” IN AZIENDE AGRICOLE DEL TERRITORIO

Nel mese di ottobre gli alunni del corso di Agraria, Agroalimentare e Agroindustria della sede “P. Calamandrei” di Crescentino dell’I.I.S. “G. Ferraris “di Vercelli hanno partecipato ad una lezione in campo presso l’azienda “Vasino” di Crescentino.

Gli alunni hanno potuto vedere un campo dove da pochi giorni era stata seminata la colza e sarebbero dovuti ritornare a far visita all’ azienda nel mese di aprile, quando un apicoltore avrebbe portato le sue arnie durante la fioritura di questa pianta.
Purtroppo con l’emergenza coronavirus non è stato possibile realizzare questa bella esperienza dal “vero”, il titolare dell’azienda però ha inviato delle fotografie per permettere agli alunni di fare “una visita virtuale” al campo di colza in piena fioritura, dove l’apicoltore Zanotto Roberto ha posizionato le sue arnie.
Alcuni alunni dell’I.T. “P. Calamandrei” quest’anno hanno preso parte al Progetto Erasmus+ “Api sulle Alpi” partecipando ad un viaggio in Polonia nel mese di febbraio.
Prima di partire per la Polonia gli alunni hanno visitato l’azienda “Apicoltura Cascina Slitta” di Crescentino, il cui titolare, Bretto Silvio, ha illustrato loro il fantastico mondo delle api. Le api oltre a fornire con il loro instancabile lavoro prodotti come miele, propoli, pappa reale, sono anche dei bioindicatori. Il benessere delle api è indice di salute dell’ambiente e questi insetti possono essere utilizzati come strumento per valutare l’inquinamento ambientale, sia in campo agricolo che urbano.
Il valore ambientale delle api e dell’apicoltura è legato anche all’attività di impollinazione, senza la quale non sarebbe possibile avere molte specie vegetali. Le api, quindi, concorrono al mantenimento della biodiversità.
Il titolare dell’azienda “Cascina Slitta”, in tempo di didattica a distanza, ha inviato foto e video per far vedere “virtualmente” agli alunni come le api non si siano fermate e continuino a lavorare per mantenere la biodiversità e fornirci il prodotto eccezionale che è il miele.
Si ringraziano tutti gli imprenditori del territorio che hanno permesso di svolgere attività di “didattica laboratoriale a distanza”, attraverso visite “virtuali” alle loro aziende, non interrompendo così quell’importante rapporto tra la scuola e il suo territorio.

Mese di ottobre: gli alunni del “Calamandrei” in visita al campo di colza dell’Azienda Vasino.
Mese di aprile: le arnie dell’apicoltore Roberto Zanotto posizionate nel campo di colza dell’Azienda Vasino.
Mese di febbraio: visita all’Azienda Cascina Slitta
Mese di maggio: api al “lavoro” presso l’Azienda Cascina Slitta

Gli alunni della classe 5^ Agrari di Crescentino, terminano il percorso triennale del Progetto della Regione Piemonte “A scuola di PSR” con una “visita a distanza” all’azienda Mosca.

Quest’anno il percorso specialistico del Progetto “A scuola di PSR” prevedeva un’esercitazione finale con una visita aziendale.
Durante la visita gli alunni dovevano intervistare il titolare, fare una valutazione della sostenibilità ambientale dell’azienda, un’analisi dei punti di forza e debolezza e far emergere come le misure del PRS avevano permesso la realizzazione di progetti aziendali.
Purtroppo con l’emergenza coronavirus questa attività non si è potuta svolgere ma, sentito il parere della referente del Progetto della Regione Piemonte Valentina Archimede, gli alunni hanno deciso di portare avanti l’iniziativa con una “visita virtuale” all’azienda del Dott. Paolo Mosca.
Con la collaborazione del titolare, con il reperimento di notizie dal sito dell’azienda e facendo riferimento a informazioni e materiale fotografico di visite già svolte negli anni passati all’azienda, gli alunni hanno potuto completare questo percorso sul PSR.
Si ringrazia il Dott. Paolo Mosca per il suo supporto tecnico, che ha consentito di completare quest’ attività, molto utile per gli alunni al fine dell’imminente Esame di Stato.
Vengono riportati alcuni scatti fotografici che riassumono i momenti più significativi di questo percorso di collaborazione tra la scuola e un’azienda del territorio.

Nel mese di maggio 2018 gli alunni hanno visitato l’azienda Mosca e sono stati accolti da un gruppo di cicogne.
Nel mese di maggio 2019 gli alunni hanno visitato le risaie dell’azienda agricola del Dott. Paolo Mosca

La Dott.ssa Barbara Moretti tecnico della ricerca di UniTO ha illustato il Progetto Risobiosystem e gli alunni hanno potuto comprendere l’importanza della sperimentazione e della collaborazione tra gli imprenditori agricoli e il mondo della ricerca

giorno 16 dicembre 2019 si è svolta un’uscita presso “Cascina Torba” situata in frazione San Genuario di Crescentino.

Il dott. Paolo Mosca sta lavorando alla riqualificazione di quest’area umida grazie al supporto della misura 4.4.1 del PSR (Programma di sviluppo rurale), che sostiene investimenti per tutelare l’equilibrio degli ecosistemi, le risorse naturali, il paesaggio e la biodiversità.
Il rilievo topografico a cui gli alunni hanno potuto partecipare è stato fatto da liberi professionisti con GPS-RTK e utilizzo di stazione totale.

Nella stessa giornata l’importanza naturalistica della zona è stata illustrata dai tecnici del Parco del Po Vercellese Alessandrino, la dott.ssa Laura Gola e il suo gruppo di lavoro, ha effettuato un censimento dei nidi di uccelli presenti nella garzaia.

VISITA VIRTUALE NEI GIARDINI DEL CASTELLO DI PRALORMO “MESSER TULIPANO”

Nella sede I.T. “P. Calamadrei “ di Crescentino  dell’I.I.S. G. Ferraris, come in tutte le scuole d’Italia continuano le attività di didattica a distanza.
Durante le vacanze di Pasqua agli alunni di alcune classi è stato assegnato un compito che consiste nel fare una visita virtuale nei giardini del Castello di Pralormo. A seguire è stato loro richiesto di rispondere a delle domande sul verde pubblico, stima di beni ambientali, ecc., a seconda dei contenuti della programmazione delle singole classi.
Messer Tulipano quest’anno è alla sua 21^ edizione e purtroppo l’evento è stato annullato, causa emergenza corona virus. La proprietaria, Consolata Beraudo di Pralormo, ha però deciso di fare da guida ai visitatori virtuali.  Tutte le persone che studiano e lavorano nella nostra scuola e coloro che ci seguono sulla pagina Facebook del nostro Istituto, il giorno di Pasquetta sono invitate a fare una passeggiata virtuale nel giardino dei tulipani di Pralormo!

Buona Pasqua e buona visita virtuale a tutti!

Ecco alcune immagini relative all’edizione dell’anno scorso per una piccola anticipazione.

Potete trovare tutti i video relativi a questa attività al seguente link:

https://www.youtube.com/channel/UC8CEg8870pZEu6E-TW9ByRA

Studenti a Roma in visita a Camera, Senato, Quirinale, per vivere le istituzioni come cittadini attivi

Anche quest’anno l’Istituto “Calamandrei” di Crescentino ha proposto, all’interno della sua Offerta Formativa, il viaggio di istruzione a Roma per la visita alla città ed alle sedi Istituzionali. Da anni ormai tra le attività formative, culturali ed educative riservate alle classi seconde, e’ previsto, nel curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione, il viaggio a Roma come percorso artistico- istituzionale. Gli studenti preparati con lezioni di diritto ed educazione civica, hanno visitato Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Quirinale. Il Parlamento, quindi,  apre le porte a studentesse, studenti, e insegnanti delle scuole e sostiene   nella formazione di cittadine e cittadini attivi e partecipi, consapevoli dei loro diritti e dei loro doveri, aiuta a diffondere i valori della Costituzione e quelli dell’integrazione europea.
Con  questi obiettivi e i temi si  sono proposti argomenti e percorsi per l’anno scolastico 2019-20, a sostegno dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, un Progetto che va sempre più rafforzandosi nella consapevolezza che i giovani devono conoscere la Carta Costituzionale, per crescere consapevoli e responsabili.
La collaborazione tra Parlamento, Ministero dell’Istruzione che promuove l’approfondimento e la ricerca sui princìpi della Carta costituzionale, la conoscenza delle istituzioni e la partecipazione alla vita democratica, aiuta a realizzare percorsi didattici innovativi, collegarsi più strettamente al proprio territorio.
Alla Camera dei Deputati, gli studenti, hanno incontrato alcuni deputati piemontesi, hanno assistito alla seduta in Aula ed hanno approfondito i meccanismi relativi alla formazione di una legge, alla votazione parlamentare, alla dichiarazione di voto in aula, dove, il giorno 19  febbraio, hanno ascoltato in seduta, i meccanismi di “ fiducia”.
Gli studenti hanno apprezzato, la bellezza architettonica e  delle opere artistiche, presenti nelle sedi , ma soprattutto, come loro stessi affermano, hanno apprezzato “l’approfondimento  sul sistema istituzionale italiano e i  temi collegati all’attualità politico-parlamentare”.
“ Ci siamo davvero appassionati al dibattito, abbiamo compreso l’ importanza di conoscere e comprendere i meccanismi di voto e la bellezza della democrazia del nostro Paese”.
I docenti accompagnatori prof ssa Acide, prof Ceravolo, prof Demarco, si dimostrano soddisfatti, in particolare la Prof ssa Acide, referente del progetto, sottolinea come “ trattare questi temi a scuola , attraverso la conoscenza del diritto come disciplina scolastico  e gli approfondimenti specifici, aiuta gli studenti  a mettere a confronto le conoscenze acquisite nell’ambito dell’attività didattica con l’esperienza diretta di una giornata al Senato o alla Camera dei deputati ed al Quirinale “.
I giorni romani, inoltre, sono stati l’occasione per ampliare, attraverso l’accompagnamento della guida turistica specializzata, la conoscenza della storia di Italia, tra arte, cultura, tradizioni. Anche il viaggio di istruzione e’ parte fondamentale ed integrante del percorso di crescita umana, sociale e culturale che la scuola percorre .

Gli alunni dell’indirizzo tecnologico Geometri C.A.T. e Periti Agrari del “Calamandrei” si preparano ad affrontare il mondo del lavoro.

Gli alunni delle classi 3^, 4^ e 5^ del corso Costruzioni Ambiente Territorio (ex Geometri) e 5^ del corso Gestione Ambiente Territorio (Periti agrari) della sede “P. Calamandrei” di Crescentino dell’I.I.S.  G. Ferraris, nell’ambito dei percorsi PCTO (percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, ex Alternanza scuola lavoro), hanno incontrato alcuni liberi professionisti del Collegio Geometri di Vercelli. Sono intervenuti il Presidente del Collegio di Vercelli Geom. Gianmario Avetta, Geom. Diego Bonesso, Geom. Cesare Baroli e Geom. Fiorella Mazzucco.
I liberi professionisti hanno affrontato diverse tematiche: 1) stima dei danni alle colture dovuti ad eventi metereologici, 2) realizzazione di edifici secondo i canoni dell’efficienza energetica, 3) aggiornamento del catasto terreni, 4) regolarizzazione contributiva del periodo di praticantato e percorsi post-diploma prima dell’esame di abilitazione professionale.
Si può evidenziare come le figure professionali del “Geometra Costruzioni Ambiente e Territorio” e del “Perito agrario Gestione Ambiente e Territorio” abbiamo conoscenze tecniche tali da poter affrontare diverse attività in campo lavorativo e come, questi due titoli di studio, siano facilmente spendibili anche immediatamente nel mondo del lavoro (con un praticantato di soli 18 mesi)  oltre che dare la possibilità di accedere a qualunque percorso di studi a livello universitario (eventualmente anche specifici per i due indirizzi con lauree triennali di Geometra Laureato e Perito Agrario Laureato abilitanti all’esercizio professionale).

Progetto di Mobilità Europea Erasmus+: gli studenti della sede “P. Calamandrei” in Polonia per apicoltura e marketing

Un Viaggio in Europa: “Api sulle alpi”, da Crescentino a Zamosc (Polonia) per uno scambio di conoscenze, interessi, apprendimenti, in un contesto europeo multiculturale. Con questo obiettivo 15 studenti e 2 docenti dell’IIS “Calamandrei” di Crescentino hanno trascorso 10 giorni in Polonia grazie al Progetto dell’Unione Europea. Le opportunità per il mondo della scuola in Erasmus+ mirano a migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione, al fine di permettere a tutti i cittadini di acquisire le competenze fondamentali. Il gruppo di studenti  ha visitato la scuola partner in Polonia per condividere apprendimenti e scambiare esperienze intorno ad un tema comune. L’occasione ha fornito inotlte, la possibilità di visitare la nazione polacca (Cracovia, Lublino, Varsavia…) e conoscerne storia, cultura, tradizioni.
Nello specifico gli obiettivi del progetto U.E. Erasmus+ per l’istruzione scolastica prevedono il miglioramento delle competenze, dell’apprendimento, l’ampliamento della conoscenza e la comprensione delle politiche e delle pratiche educative dei paesi europei, la creazione di interconessioni fra istruzione formale, non formale, formazione professionale e mercato del lavoro.
Gli studenti scelti con il criterio di eccellenza degli ultimi anni del biennio superiore, hanno avuto la possibilità di preparasi ed affrontare il viaggio, grazie all’approfondimento di alcune tematiche di interesse specifico lavorativo e professionale (marketing del territorio, storia contemporanea, apicultura), con lezioni specifiche presso produzioni locali (apicultrua Bretto) ed approfondimenti scolastici tematici.
Lo scambio di esperienze con la scuola polacca, le visite condotte, la conoscenza del paese dell’Unione, l’utilizzo della lingua veicolare inglese, hanno consentito di fare esperienza di formazione in un contesto extra-scolastico.
Gli studenti  che hanno partecipato allo scambio sono BOLLEA ALBERTO,  CALZAVARA ANDREA , CASARIN VANESSA , COLELLI RIANO GLORIA, CONGIU CRISTINA, CONTI GENNARO DAVIDE, DALPORTO REBECCA, FRANCO STEFANO, HASA MARCO, MORETTI VALENTINA, NARBONE CATERINA, NESCI SALVATORE, NICOLINI GIORGIA, NOVARESE ALESSIA, ZANGHI’ GIORGIA.
I progetti di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche e per lo scambio tra scuole consentono con la realizzazione di partenariati strategici tra istituzioni europee di accrescere le competenze professionali, innovare le pratiche educative e la gestione degli istituti scolastici. I docenti accompagnatori Prof.ssa Acide Elisabetta  e Prof. Ceravolo Francesco, giudicano l’esperienza altamente formativa in un contesto di apprendimento permanente, che consente agli studenti di sperimentare le life skills e di sperimentare la propria autonomia e capacità di “muoversi nel mondo”.
 Al ritorno, attraverso la creazione della piattaforma Moodle, gli studenti documenteranno le attività, l’esperienza e proseguiranno il percorso specifico di elaborazione progettuale per la sperimentazione delle competenze europee.

Studenti ad Auschwitz per diventare fiaccole di memoria

Non una visita turistica ma un viaggio di istruzione, un viaggio per non dimenticare, per fare memoria e diventare “ fiaccole”, luci per tramandare il ricordo della storia e viverla come testimonianza etica.
Questo l’intento di docenti e studenti , quindici in totale del biennio conclusivo dell’ IIs Calamandrei di Crescentino, che accompagnati dai docenti Prof ssa Acide Elisabetta e Prof Ceravolo Francesco, si sono recati ad Auschwitz. Prima nel ghetto di Cracovia per ricordare la vita: Prima, durante e dopo la deportazione e nel campo per l’operazione “ Soluzione finale”.
Una visita condotta in silenzio, solo le parole sussurrate dalla guida, per non dimenticare, un silenzio fatto di rispetto e stretti insieme in un unico abbraccio fatto di emozioni, paure, stanchezza, ricordo. Qualche fiocco di neve accompagna il gelido vento che fa tenere le teste chine, un gesto di resistenza e di testimonianza. Un pellegrinaggio laico, una commemorazione fortemente “religiosa”, in quanto capace di muovere i sentimenti più profondi, di interrogarci sulla dismisura, su ciò che di nfinitamente abissale può celarsi nel cuore dell’uomo. La banalità del Male, la crudeltà della uomo, la difficoltà di comprendere l’inconcepibile. Senza poter mai veramente conoscere il fondo di quell’abisso: il confine sempre infinito, inattingibile, del bene e del male.