ROBOCup Jr Italia – X Edizione – Verbania 19-20/04/2018

 

La X Edizione “Verbania 2018” della manifestazione per le scuole Robocup Jr ITALIA segna la nascita della “II generazione” di questo storico evento, nato nel 2008 tra le scuole che volevano sperimentare ed esplorare usi didattici delle più avanzate tecnologie. Dalla Robotica (ieri) all’Intelligenza Artificiale (domani), passando per
l’educazione al vivere “social” in modo costruttivo, collaborando anche a “smontare i bulli” a scuola e in rete, con valori e competenze sociali e digitali. È stato questo il tema della X edizione che ha visto all’opera da febbraio a aprile 23 classi italiane.
Nella splendida cornice del Lago Maggiore, presso l’omonimo teatro che guarda le sponde lacustri calde ed accoglienti nella giornata del 20 aprile si è svolta la decima edizione nazionale della Robocup Jr che ha visto protagoniste 13 squadre in presenza e 10 a distanza. Una giornata splendida con squadre di allievi provenienti da tutta Italia che hanno manifestato entusiasmo, energia, intraprendenza per la robotica educativa come via per un apprendimento oltre che significativo anche cooperativo ed innovativo.
Il tema conduttore è stato il bullismo, ovvero il contrasto culturale verso questo fenomeno a significare che, anche attraverso i laboratori di robotica, è possibile costruire un mondo reale fatto di relazioni sincere e profonde, proiettate alla civile e pacifica convivenza.
La manifestazione è stata dedicata al dott. Marco ZANOTTI dirigente UST di Biella e di Verbania (ex Provveditore agli Studi), che nel 2016 aveva proposto una edizione della Robocup a Verbania, ma scomparso prematuramente.
La sua presenza c’è stata sia per il premio “Fair Play” a lui intitolato dalla Rete nazionale, che nel ricordo delle eccellenti qualità umane, della sua dedizione professionale sempre rivolta al servizio di tutti gli operatori della scuola. Anche per questo è stata una giornata indimenticabile, memoria e futuro racchiusi in un evento ad alto impatto emotivo e culturale con rappresentazioni sceniche, espressioni di lavori di gruppo, che hanno rivelato un ottimo interesse per questo settore sperimentale ma di avanguardia sul piano pedagogico e relazionale oltre che tecnico – scientifico.
Un tempo ed un evento segnato da tanto affetto e nuove amicizie in quella che possiamo definire la piccola-grande comunità nazionale della robotica educativa, voluta tanti anni fa e oggi diretta dal Dirigente scolastico prof. Giovanni Marcianò, che cresce e matura nuovi orizzonti, cercando di tenere il passo con un mondo che viaggia molto velocemente.
——————————————————————————————————————–
Hanno contribuito per la piena realizzazione:

Workplace Premium · Facebook © 2018
Clementoni Italia – ©
Comune di Verbania e Centro Eventi “Il Maggiore”
Istituti della nuova “Rete scuole Robocup Jr Italia” 2018
IIS Galileo Ferraris di Vercelli e IPSEOA Ronco di Trino (VC)

LA GIURIA COMPOSTA DA:
• Simonetta Siega (com. scientifico Rete RCJ Italia e formatrice nazionale)
• Alice Rolandi (formatrice nazionale Rete RCJ Italia)
• Giuseppina Ruggieri (AICP Educational coach e com. scientifico Rete RCJ Italia)
• Palmina Trovato (CTS e docente “Scuola in ospedale” di Verbania)
• sen. Elena Ferrara – prima firmataria legge «a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del
fenomeno del cyberbullismo»
• Anita Lavatelli – scrittrice opere per ragazzi e autrice testi di ispirazione per la manifestazione 2018
• Angelo Iaderosa – Uff. Studi e Programmazione dell’UST del VCO
• Marinella Franzetti – vice sindaco del Comune di Verbania

COMUNICATO STAMPA

ROBOCup Jr ITALIA

L’ANGOLO del Café – “L’Amicizia” – APERITIVO – IPSSEOA Trino (Vercelli) – 04/05/2018

Il tema centrale, della seconda parte dell’ANGOLO del café, è stato il “valore dell’AMICIZIA nell’era dei social”. Un vero e proprio “aperitivo” presso l’I.P.S.S.E.O.A “Sergio Ronco” di Trino (VC) dell’I.I.S. “Galileo Ferraris”, che ha visto nuovamente protagonisti gli studenti della classe 4ᵃ A (Enogastronomia) e i loro insegnanti. Durante l’evento si sono degustate alcune varianti della pizza, cocktails analcolici e degli ottimi tiramisù. L’iniziativa, sponsorizzata dalla prof.ssa Alessandra Ticozzi(collaboratrice del Dirigente Scolastico Giovanni Marcianò), è stata curata dalla prof.ssa Paola Bosso (Lettere) e dal prof. Massimiliano Sanfedino (Tecniche di comunicazione – Specializzato sul sostegno). L’evento ha avuto luogo venerdì 4 maggio alle ore 11:00 presso la sala “Melissa” dello stesso istituto, con diretta streaming sul canale youtube MeDiaTTicA & Music Hard, per dare l’opportunità a tutti gli studenti di interagire durante la diretta. Questa volta al dibattito hanno partecipato alcuni studenti della classe, il prof. Matteo Vacchina (Sala-Vendita), il prof. Massimo Bagna (Specializzato sul sostegno) e la stessa prof.ssa Bosso. Come per il “primo episodio”, l’aspetto tecnico è stato curato dal prof. Sanfedino, mentre la prof.ssa Ester Sirna ha curato la scenografia del set. Hanno collaborato alla realizzazione dell’evento anche altri alunni dell’istituto, come si evince dal video (per ciascuna articolazione – indirizzi), sotto la supervisione dei professori Stefania Parini (Sala-Vendita), Vittorio Isernia e Cristina Giuppone (Enogastronomia), Barbara Berlucchi (Pasticceria), Antonella Forte (Sc. degli alimenti), Gabriella Goslino e Roberto Amodio per Accoglienza turistica. Questa seconda esperienza didattica è un vero e proprio “biglietto da visita interattivo” dell’istituto “Ronco”, un’opportunità per far conoscere attraverso i social l’offerta formativa dei quattro indirizzi professionalizzanti, oltre ad un momento di condivisione dal punto di vista didattico-culturale. “Lo tsunami tecnologico in atto invade ormai in modo prorompente il campo delle metodologie didattiche. La didattica è oggetto di profondi cambiamenti legati alla rivoluzione digitale con l’affermarsi di nuove metodologie e nuove forme di apprendimento. Le scelte metodologiche in aula segnano un passaggio da frontale e nozionistico a interattivo e sociale.”[1]“Gli strumenti tecnologici in sé sono potenzialmente molto utili ma senza i valori di fondo, senza una metodologia inclusiva di base, senza una didattica efficace, un soggetto non raggiungerà nessun obiettivo. Sicuramente, partecipazione e coinvolgimento sono componenti essenziali per un apprendimento efficace e duraturo. La mediazione didattica attraverso i media (la Mediattica), in questo caso, assume un ruolo fondamentale che fa da perno all’interno di un setting d’aula, in altre parole è il collante tra i nuovi strumenti tecnologici, le conoscenze individuali, le nostre coscienze, favorendo e alimentando nuove strategie e competenze soggettive.”[2]

[1] M. Sanfedino, La tecnologia come estensione didattica.
[2] Ibidem.

Massimiliano Sanfedino

Vedi anche – L’ANGOLO del café – La Felicità