ROBOCup Jr Italia – X Edizione – Verbania 19-20/04/2018

 

La X Edizione “Verbania 2018” della manifestazione per le scuole Robocup Jr ITALIA segna la nascita della “II generazione” di questo storico evento, nato nel 2008 tra le scuole che volevano sperimentare ed esplorare usi didattici delle più avanzate tecnologie. Dalla Robotica (ieri) all’Intelligenza Artificiale (domani), passando per
l’educazione al vivere “social” in modo costruttivo, collaborando anche a “smontare i bulli” a scuola e in rete, con valori e competenze sociali e digitali. È stato questo il tema della X edizione che ha visto all’opera da febbraio a aprile 23 classi italiane.
Nella splendida cornice del Lago Maggiore, presso l’omonimo teatro che guarda le sponde lacustri calde ed accoglienti nella giornata del 20 aprile si è svolta la decima edizione nazionale della Robocup Jr che ha visto protagoniste 13 squadre in presenza e 10 a distanza. Una giornata splendida con squadre di allievi provenienti da tutta Italia che hanno manifestato entusiasmo, energia, intraprendenza per la robotica educativa come via per un apprendimento oltre che significativo anche cooperativo ed innovativo.
Il tema conduttore è stato il bullismo, ovvero il contrasto culturale verso questo fenomeno a significare che, anche attraverso i laboratori di robotica, è possibile costruire un mondo reale fatto di relazioni sincere e profonde, proiettate alla civile e pacifica convivenza.
La manifestazione è stata dedicata al dott. Marco ZANOTTI dirigente UST di Biella e di Verbania (ex Provveditore agli Studi), che nel 2016 aveva proposto una edizione della Robocup a Verbania, ma scomparso prematuramente.
La sua presenza c’è stata sia per il premio “Fair Play” a lui intitolato dalla Rete nazionale, che nel ricordo delle eccellenti qualità umane, della sua dedizione professionale sempre rivolta al servizio di tutti gli operatori della scuola. Anche per questo è stata una giornata indimenticabile, memoria e futuro racchiusi in un evento ad alto impatto emotivo e culturale con rappresentazioni sceniche, espressioni di lavori di gruppo, che hanno rivelato un ottimo interesse per questo settore sperimentale ma di avanguardia sul piano pedagogico e relazionale oltre che tecnico – scientifico.
Un tempo ed un evento segnato da tanto affetto e nuove amicizie in quella che possiamo definire la piccola-grande comunità nazionale della robotica educativa, voluta tanti anni fa e oggi diretta dal Dirigente scolastico prof. Giovanni Marcianò, che cresce e matura nuovi orizzonti, cercando di tenere il passo con un mondo che viaggia molto velocemente.
——————————————————————————————————————–
Hanno contribuito per la piena realizzazione:

Workplace Premium · Facebook © 2018
Clementoni Italia – ©
Comune di Verbania e Centro Eventi “Il Maggiore”
Istituti della nuova “Rete scuole Robocup Jr Italia” 2018
IIS Galileo Ferraris di Vercelli e IPSEOA Ronco di Trino (VC)

LA GIURIA COMPOSTA DA:
• Simonetta Siega (com. scientifico Rete RCJ Italia e formatrice nazionale)
• Alice Rolandi (formatrice nazionale Rete RCJ Italia)
• Giuseppina Ruggieri (AICP Educational coach e com. scientifico Rete RCJ Italia)
• Palmina Trovato (CTS e docente “Scuola in ospedale” di Verbania)
• sen. Elena Ferrara – prima firmataria legge «a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del
fenomeno del cyberbullismo»
• Anita Lavatelli – scrittrice opere per ragazzi e autrice testi di ispirazione per la manifestazione 2018
• Angelo Iaderosa – Uff. Studi e Programmazione dell’UST del VCO
• Marinella Franzetti – vice sindaco del Comune di Verbania

COMUNICATO STAMPA

ROBOCup Jr ITALIA

L’ANGOLO del Café – “L’Amicizia” – APERITIVO – IPSSEOA Trino (Vercelli) – 04/05/2018

Il tema centrale, della seconda parte dell’ANGOLO del café, è stato il “valore dell’AMICIZIA nell’era dei social”. Un vero e proprio “aperitivo” presso l’I.P.S.S.E.O.A “Sergio Ronco” di Trino (VC) dell’I.I.S. “Galileo Ferraris”, che ha visto nuovamente protagonisti gli studenti della classe 4ᵃ A (Enogastronomia) e i loro insegnanti. Durante l’evento si sono degustate alcune varianti della pizza, cocktails analcolici e degli ottimi tiramisù. L’iniziativa, sponsorizzata dalla prof.ssa Alessandra Ticozzi(collaboratrice del Dirigente Scolastico Giovanni Marcianò), è stata curata dalla prof.ssa Paola Bosso (Lettere) e dal prof. Massimiliano Sanfedino (Tecniche di comunicazione – Specializzato sul sostegno). L’evento ha avuto luogo venerdì 4 maggio alle ore 11:00 presso la sala “Melissa” dello stesso istituto, con diretta streaming sul canale youtube MeDiaTTicA & Music Hard, per dare l’opportunità a tutti gli studenti di interagire durante la diretta. Questa volta al dibattito hanno partecipato alcuni studenti della classe, il prof. Matteo Vacchina (Sala-Vendita), il prof. Massimo Bagna (Specializzato sul sostegno) e la stessa prof.ssa Bosso. Come per il “primo episodio”, l’aspetto tecnico è stato curato dal prof. Sanfedino, mentre la prof.ssa Ester Sirna ha curato la scenografia del set. Hanno collaborato alla realizzazione dell’evento anche altri alunni dell’istituto, come si evince dal video (per ciascuna articolazione – indirizzi), sotto la supervisione dei professori Stefania Parini (Sala-Vendita), Vittorio Isernia e Cristina Giuppone (Enogastronomia), Barbara Berlucchi (Pasticceria), Antonella Forte (Sc. degli alimenti), Gabriella Goslino e Roberto Amodio per Accoglienza turistica. Questa seconda esperienza didattica è un vero e proprio “biglietto da visita interattivo” dell’istituto “Ronco”, un’opportunità per far conoscere attraverso i social l’offerta formativa dei quattro indirizzi professionalizzanti, oltre ad un momento di condivisione dal punto di vista didattico-culturale. “Lo tsunami tecnologico in atto invade ormai in modo prorompente il campo delle metodologie didattiche. La didattica è oggetto di profondi cambiamenti legati alla rivoluzione digitale con l’affermarsi di nuove metodologie e nuove forme di apprendimento. Le scelte metodologiche in aula segnano un passaggio da frontale e nozionistico a interattivo e sociale.”[1]“Gli strumenti tecnologici in sé sono potenzialmente molto utili ma senza i valori di fondo, senza una metodologia inclusiva di base, senza una didattica efficace, un soggetto non raggiungerà nessun obiettivo. Sicuramente, partecipazione e coinvolgimento sono componenti essenziali per un apprendimento efficace e duraturo. La mediazione didattica attraverso i media (la Mediattica), in questo caso, assume un ruolo fondamentale che fa da perno all’interno di un setting d’aula, in altre parole è il collante tra i nuovi strumenti tecnologici, le conoscenze individuali, le nostre coscienze, favorendo e alimentando nuove strategie e competenze soggettive.”[2]

[1] M. Sanfedino, La tecnologia come estensione didattica.
[2] Ibidem.

Massimiliano Sanfedino

Vedi anche – L’ANGOLO del café – La Felicità

A teatro in lingua

Martedì 27 marzo più di 130 ragazzi delle classi del triennio dell’Istituto Alberghiero “S. Ronco” di Trino, accompagnati dai loro docenti di lingua francese, inglese e di sostegno, si sono recati ad Alessandria presso il Teatro Alessandrino per assistere alla pièce in lingua francese “L’Amour Médecin” di Molière.

Gli attori madrelinguisti di Palkettostage sono stati molto apprezzati non solo per la recitazione, i costumi e le scenografie che hanno reso magistralmente l’atmosfera del periodo della Francia del Re Sole, ma anche durante la successiva fase aperta al pubblico quando i ragazzi, vincendo l’emozione e le difficoltà a parlare in lingua straniera, hanno potuto dialogare con gli artisti. Tornati a scuola, gli alunni e i docenti si sono dedicati ad un laboratorio di approfondimento delle tematiche e dei personaggi della pièce.

Analoga esperienza in lingua inglese sempre organizzata da Palkettostage è stata vissuta con entusiasmo nel primo quadrimestre presso il teatro di Asti da un folto gruppo di studenti che ha seguito la rappresentazione di “The picture of Dorian Gray” di Oscar Wilde.

In entrambi i casi il feedback dei partecipanti è stato molto positivo poiché l’affascinante macchina teatrale ha valorizzato al massimo il contatto con la lingua viva.

CENA VEGETARIANA

Martedì 27 febbraio l’I.I.S. “G. Ferraris” – nella sede dell’Istituto Alberghiero “S. Ronco” di Trino ha proposto la Cena vegetariana, che come già avvenuto lo scorso anno, ha suscitato grande interesse e gradimento presso i numerosi ospiti. La collaboratrice del D.S. Prof.ssa Ticozzi, portando i saluti del D.S. Prof. Marcianò, ha sottolineato l’importanza di tali eventi per gli alunni, in quanto propedeutici all’alternanza scuola-lavoro, infatti molti dei presenti partiranno in stage nelle prossime vacanze di Pasqua per alcuni resort di prestigio in Sardegna.

Una esercitazione che ha messo alla prova gli allievi dei quattro indirizzi presenti nell’Istituto (Cucina, Sala-bar, Pasticceria e Accoglienza Turistica), con un menù originale, colorato e gustoso, ed ha soddisfatto i palati più esigenti. L’allestimento creato con gusto e la convivialità, hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

L’ANGOLO del café

ALTRE FOTO E VIDEO QUI

I caffè letterari rappresentano da sempre antichi ritrovi privilegiati di scrittori, pensatori, artisti, uomini d’affari ed intellettuali. Un luogo particolare dove si è dato libero sfogo all’animo artistico e filosofico. Il caffè letterario è, senza dubbio, un luogo di confronto e di incontro tra il desiderio di accrescere la propria cultura e il desiderio di ristorarsi per sorseggiare una calda tisana o un aromatico caffè, leggendo un libro o, semplicemente, per chiacchierare con le persone care.

La cultura del caffè letterario ebbe inizio nel 1700 e divenne simbolo della classe illuminista, ovvero un luogo di costume e uno spazio di discussione su tematiche culturali.

L’evento, dal titolo l’ANGOLO del café (video), ha toccato essenzialmente il tema della felicità ed ha avuto luogo venerdì 2 febbraio alle ore 11:00, presso la sala “Melissa” dell’ I.P.S.S.E.O.A “Sergio Ronco” di Trino (VC). L’iniziativa è stata coordinata dalla prof.ssa Paola Bosso (Lettere) e dal prof. Massimiliano Sanfedino (Tecniche di comunicazioneSpecializzato sul sostegno).

L’idea di far respirare la cultura francese (dei café) del secolo dei lumi, all’interno dell’Istituto, nasce dalla proposta dei due docenti che, durane le loro lezioni, hanno apprezzato lo spirito di iniziativa degli studenti della classe 4ᵃ A (Enogastronomia).

La particolarità dell’avvenimento è stata quella di trasmettere l’evento in streaming, sul canale youtube del blog MeDiaTTicA & Music Hard, per dare l’opportunità a tutti gli studenti di interagire durante la diretta.

A tale dibattito hanno partecipato attivamente la prof.ssa Giuliana Tedeschi (Specializzata sul sostegno), la stessa prof.ssa Paola Bosso e alcuni studenti della classe 4ᵃ A.

L’aspetto tecnico è stato curato dal prof. Massimiliano Sanfedino, mentre la prof.ssa Ester Sirna, grazie alla collaborazione di alcuni studenti della stessa classe, ha curato la scenografia del set.

Hanno collaborato alla realizzazione dell’evento anche altri alunni dell’Istituto (come si evince nel video) per ciascuna articolazione (percorso di studi), sotto la supervisione del prof. Matteo Vacchina (Sala-vendita), della prof.ssa Cristina Giuppone (Enogastronomia), della prof.ssa Barbara Berlucchi (Pasticceria) e dal prof. Massimiliano Sanfedino (Tec. di comunicazioneAccoglienza turistica).

Questa prima esperienza è stata certamente un momento di condivisione, sia dal punto di vista didattico-culturale e sia dal punto di vista comunicativo-divulgativo: un connubio perfetto tra le discipline umanistiche e quelle caratterizzanti dell’Istituto (tecnico-pratiche).

Anita Saresini

Classe 4ᵃ A – Enogastronomia (Cucina) – Istituto per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Sergio Ronco” di Trino (VC)

A cura di Massimiliano Sanfedino e Paola Bosso

Fonte MeDiaTTicA & Music Hard

Un appuntamento da non perdere per i futuri sposi: #Wedding – Camminando verso un sogno

Il 28 gennaio nella sede alessandrina dell’A.S.D.CULTUR-ALE salone “Gino Amisano”, in P.zza Garibaldi, si è svolta con successo la sfilata sposi, organizzata da Sempre Sempre, agenzia eventi di Biella, con la collaborazione degli allievi del 5° anno del corso di Accoglienza Turistica dell’Istituto Alberghiero “S. Ronco” di Trino, che fa parte dell’I.I.S. “G. Ferraris” di Vercelli. Per la riuscita dell’evento sono intervenuti: Atelier Gruppo Ci-Due abiti da sposa e cerimonia, Il Lanificio Cerrutti, Barbara Diva Make up, Capolinea parrucchieri Biella, Maison Antonella Dolci e Valeria Bijoux.

La sfilata è stata il preludio al successivo appuntamento in programma il 3 e 4 febbraio a Villa Morneto, a Vignale Monferrato: “#Wedding, Camminando verso un Sogno”, rivolto alle coppie che si apprestano ad affrontare i preparativi per uno dei giorni più belli della vita, una panoramica sul mondo del wedding, con una serie di fornitori, selezionati tra i migliori e i più prestigiosi rappresentanti di ogni categoria.

Per non girare a vuoto e conciliare impegni di lavoro e preparativi, spesso le carte vincenti si rivelano essere le fiere di settore. Meglio ottimizzare il proprio tempo che, con l’avvicinarsi della fatidica data, diventa sempre più prezioso, incontrando professionisti, che mettono mettono al servizio dei visitatori la loro comprovata esperienza.

Eleganza e raffinatezza saranno i denominatori comuni della due giorni, a partire dalla scelta del luogo, Villa Morneto, antica casa patronale, sapientemente ristrutturata, immersa nella più sconfinata natura monferrina ricca di suoni, colori e profumi … Il Monferrato, zona del Piemonte dove sorge Villa Morneto, è entrata a far parte del Patrimonio Naturale dell’UNESCO, grazie alla sua incontaminata bellezza naturale e i suoi impareggiabili e inimitabili sapori.

Spazio dunque alle ultime tendenze, alle nuove proposte, ai dettagli creativi e alle chicche ricercate, per trasformare le nozze in un giorno unico, sorprendente e originale.

(Classe 5ᵃ E – Accoglienza Turistica)

Alternanza a “5 stelle”

 

Due giorni intensi, di grande fermento e formazione per gli allievi dell’Istituto Alberghiero “S. Ronco”, che martedì 16 e mercoledì 17 gennaio hanno avuto l’opportunità di incontrare nella loro scuola, i rappresentanti di due prestigiose realtà del settore turistico ricettivo: il Resort di lusso “Villa e Palazzo Aminta” di Stresa e l’agenzia dei villaggi turistici al top mondiale, Club Méditerranée.

Il Prof. Giovanni Marcianò, dirigente dell’ I.I.S. “Galileo Ferraris”, di cui l’Istituto Alberghiero fa parte, ha dato una spinta innovativa al fine di portare anche all’interno della scuola importanti esperti del settore, per momenti di formazione in alternanza con gli allievi.

Durante la giornata di martedì, gli alunni delle classi terze e quarte di tutti gli indirizzi (cucina, sala-bar, pasticceria e accoglienza turistica) hanno potuto conoscere direttamente dalle parole di chef, maître,e responsabile vendita e organizzazione eventi dell’hotel di Stresa, la realtà lavorativa di una struttura di lusso, confrontandosi poi anche con i compagni che già hanno svolto lo stage presso l’hotel, sui temi proposti dagli alunni stessi quali: impegno, responsabilità, passione, attitudine, impiego.

Al termine della sessione di alternanza scuola-lavoro, i responsabili hanno potuto valutare individualmente, gli alunni candidati a frequentare lo stage presso la loro struttura.

Mercoledì è stata la volta del Responsabile Risorse Umane del Villaggio Turistico Club Med categoria 5 tridenti di Cefalù, ultimo nato della prestigiosissima azienda francese, che ha presentato le caratteristiche del villaggio e del lavoro svolto al suo interno. Al termine, gli alunni delle classi quinte hanno potuto fare dei colloqui di lavoro per l’assunzione post diploma e quelli delle quarte per andare in stage, seguendo l’esempio di molti compagni del “Ronco”, che li hanno preceduti e che, ora, lavorano per l’azienda francese,  in località rinomate come St. Moritz, Caraibi e Punta Cana.

E’ un grande vanto per l’Istituto “S. Ronco”, che è stato selezionato dal Club Med e fa parte delle uniche 6 scuole in Italia scelte per la ricerca del personale, inclusa una università.

No stop per il “Ronco”, che prosegue la sua programmazione con l’obiettivo di formare professionalmente gli allievi accompagnandoli verso il loro futuro: un incontro a Varese, nella sede dell’Agenzia di animazione “Samarcanda”, per uno stage pratico con professionisti del settore; una giornata con Costa Crociere per la presentazione dell’azienda e delle figure professionali del settore crocieristico e il corso “Dessert al piatto”, che verrà svolto presso la celebre scuola internazionale di cucina italiana, ALMA.

Grande soddisfazione da parte dei docenti e degli alunni per l’opportunità di crescita professionale e l’offerta lavorativa, che la scuola sa proporre.

Grabriella Goslino

 

Le vie del futuro

A Verona il Job Orienta è una manifestazione che permette ogni anno ai ragazzi di seguire percorsi dedicati al mondo della scuola e del lavoro, una volta terminati gli studi.

L’Istituto alberghiero ha aderito a tale importante manifestazione il 30 novembre scorso. A seconda degli interessi e desideri, i giovani hanno avuto la possibilità di entrare nei due padiglioni: uno dedicato al lavoro e l’altro dedicato alle facoltà universitarie e ai corsi di lingue.

Così, i miei compagni di classe e di scuola ed io abbiamo potuto informarci, nei vari stand, sulle opportunità che il mondo del lavoro ha da offrire. Infatti i più ambiziosi, potevano far valutare il loro c.v. per cercare il lavoro del loro futuro. Tra questi stand, abbiamo apprezzato il personale delle forze armate italiane che ci ha illustrato il lavoro della difesa, così come professionisti che hanno dato dimostrazioni pratiche del mondo culinario e molti altri ancora che illustravano il loro mestiere e le varie attività. 

Per chi, invece, è desideroso di proseguire gli studi, nell’altro padiglione, ha potuto ricevere informazioni sui percorsi universitari nel nostro paese o all’estero, oppure seguire corsi professionali, corsi post-disploma di design, corsi di lingue straniere e soggiorni linguistici all’estero come negli Stati Uniti d’America o nei paesi del nord Europa.

Tra i più interessanti troviamo alcuni viaggi negli Stati Uniti per circa 13 mesi, nei quali ai giovani è data la possibilità di studiare in un college americano, pagando solo la tassa di iscrizione universitaria (vitto e alloggio inclusi) e una paghetta settimanale, ricoprendo il ruolo di baby-sitter ai ragazzi della famiglia ospitante.

Comunque vada, che la scelta sia il lavoro o lo studio, abbiamo avuto la possibilità di ammirare diversi stand interessanti e coinvolgenti, tanto da riuscire ad avere una maggiore conoscenza sui percorsi offerti e da seguire nel prossimo futuro.

Erald Sina